Questo è il caso sottoposto e deciso dalla Corte di Cassazione con sentenza n. 12597/17, depositata il 19 maggio.

La Corte di legittimità sorprendentemente ribalta in favore del ricoverato la decisione adottata nei suoi confronti sia dal Tribunale di Avellino sia dalla Corte di Appello di Napoli, i quali gli avevano negato il diritto al risarcimento del danno ritenendo l’intervento, seppur inutile, comunque ben eseguito.

La Corte di Cassazione non è d’accordo! Così, a parere della stessa il paziente ha diritto al risarcimento del danno non patrimoniale sia perché l’intervento chirurgico, seppur eseguito a regola d’arte, lo ha illegittimamente sottoposto ad una sofferenza ingiustificata durante le fasi preparatorie, di esecuzione e postoperatorie dell’intervento sia per la sofferenza ricollegabile alla percezione della inutilità dell’intervento.

Se sei stato anche Tu vittima di un intervento chirurgico ben eseguito ma inutile, Malasanità&Risarcimento è dalla Tua parte!

Contattaci e raccontaci la Tua storia, ti offriremo la nostra consulenza gratuitamente!

Malasanità & Risarcimento è presente anche su FacebookInstagramTwitterGoogle+Linkedin e YouTube.

Segui gli aggiornamenti!
VI È MAI CAPITATO DI ESSERE STATI SOTTOPOSTI INUTILMENTE AD UN INTERVENTO CHIRURGICO?

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *